Ristoranti  

Grande cucina, piccoli piatti

Un viaggio di 10 ore nel segno del Rubitt

milanomilano.eu - Grande cucina, piccoli piatti
0/5 da 0 utenti

A Madrid hanno le tapas, a Venezia i cicheti e Milano riscopre i Rubitt. Robetta, cosa di poco valore, ma comunque preziosa e unica. Ed è quella piccola cosa che se realizzata dalle mani giuste diventa un modo originale di consumare un pasto. Quello dei piccoli e sfiziosi piatti. Lo hanno capito da tempo i ragazzi del Ratanà che da mesi propongono quella loro scoperta linguistico/dialettale tradotta tra i fornelli.

E per celebrare questi piccoli gioiellini di gusto, domenica 10 giugno, sette Chef proporranno un mini menù tutto da gustare. All’interno del nuovissimo spazio enogastronomico del Dopolavoro dell’Hangar Bicocca dalle 12.00 alle 22.00, andrà in tavola una 10 ore nel segno del Rubitt. La quota di partecipazione prevede, oltre alla libera consumazione dei Rubitt, anche una bibita Sanpellegrino e una birra della gamma Birra Moretti. Il vino e le successive bevande saranno a pagamento. Il tutto fino a esaurimento. Ad animare il Dopolavoro Bicocca ci sarà la musica di una Brass Jazz Band e alle 18.00 la diretta tv della partita degli Europei 2012 Italia-Spagna.

Gli Chef protagonisti: Cesare Battisti – Ratanà. Alice Delcourt – Erba Brusca. Paolo Casanova – Dopolavoro Bicocca. Roberto Okabe – Finger’s Garden. Eugenio Roncoroni e Beniamino Nespor – Al Mercato. Luca De Santi – Pasticciere

Vota e commenta
0/5 da 0 utenti